Cos’è una Smart TV e come posso convertire il mio televisore in uno di loro?

feb17

Smart TV è una delle parole più di moda de momento, e che già occupa un buono spazio nelle etichette che le varie marche collocano ai loro televisori con l’intento di convincere gli utenti. Ha rubato il posto alle sigle 3D ed è l’ultima moda nel mondo dei televisori.



Cos’è una Smart TV?

Smart TV è una denominazione che aziende produttrici di televisori hanno dato ai loro modelli connessi ad internet e con funzionalità avanzate, fra le quali la possibilità di riprodurre contenuto da fonti diverse e quella di installarvi applicazioni progettate specificatamente per TV.

Questi televisori Smart TV facilitano anche la comunicazione, l’accesso ai social network e di solito integrano un motore di ricerca per localizzare contenuto fra le svariate fonti attualmente disponibili online. Nei modelli del 2012 si sta introducendo anche il controllo vocale e con gesti.

Smart TV

Tutte le marche che dispongono di televisori già sul mercato offrono modelli che possiamo considerare come Smart TV, nonostante l’interoperabilità delle sue applicazioni e servizi non è ancora stata raggiunta.

Di cosa ho bisogno per convertire il mio televisore in una Smart TV?

Dal 2010 circa, i televisori venduti dalla maggior parte delle marche possono essere considerati come veri Smart TV, anche se di solito non sono modelli compatibili con le migliorie introdotte nel 2011.

Se non vogliamo acquistare un nuovo televisore, quasi tutte le marche che dispongono di piattaforme Smart TV proprie integrano questa funzionalità completa in altri dispositivi che è possibile connettere al televisore, come centri multimediali o riproduttori come i Blu-Ray. Basterà quindi acquistarne uno per, una volta connesso via HDMI, convertire il nostro televisore in una Smart TV.

Alcune marche dispongono di piccoli dispositivi che portano “l’ecosistema” di una Smart TV avanzata a modelli di televisori che non ne includono le funzionalità. Fra le più conosciute segnaliamo Smarty della LG e Sony SMP-N100.

La terza alternative è quella di evitare le soluzioni proprie delle marche ed optare per streamers di contenuti più avanzati, come il Logitech Revue, Apple TV e ASUS O!Play Mini Plus.

iscriviti RSS commenti

Non ci sono commenti a questo post

Lascia un commento

* sono campi obbligatori

dettagli
  • il 17.02.2012
  • alle 01:48 AM
  • da Redazione